MENU
seguici su:
registrati   |   accedi

Affrontare le coliche 

Gli articoli degli esperti

Le coliche infantili, note anche con la denominazione di coliche gassose, sono uno dei disturbi più comuni nei primi mesi di vita: secondo alcune stime possono arrivare a interessare fino a quattro lattanti su dieci, destando preoccupazione in molti neogenitori che non sanno quali provvedimenti adottare di fronte a una crisi di pianto inconsolabile. È questa, infatti, la manifestazione principale, dovuta a una condizione di dolore acuto e improvviso, prevalentemente serale e accompagnato per lo più da agitazione, arrossamento del volto, flessione degli arti inferiori sull'addome (che appare teso), e meteorismo, fino all'emissione di gas.

Il più delle volte le coliche sono manifestazioni del tutto fisiologiche, interpretate come fenomeni legati alla formazione della flora batterica intestinale e alla maturazione dell'apparato digerente. Talvolta, invece, esse sono espressione di intolleranze (per esempio al lattosio) oppure possono essere legate a curiosi fattori ambientali, come per esempio l'interazione mamma-bambino, eventuali tensioni dei genitori oppure l'abitudine al fumo di uno di loro: a tutt'oggi la stessa letteratura scientifica non è pervenuta a un accordo né sull'identificazione di una causa né tantomeno su una "cura" comune.

Ma cosa puoi fare nel caso il tuo bambino ne soffra? I rimedi consigliati sono quanto mai diversi e, se da un lato rispecchiano l'incertezza degli studiosi sul tema, dall'altro suggeriscono che ogni bambino rappresenta un caso a sé e come tale richiede un approccio del tutto personalizzato. Innanzitutto, calma: ansia e panico non servono a niente, e anzi possono far peggiorare la situazione, inducendoti magari a correre inutilmente in ospedale, mentre le coliche, superato il momento critico, si risolvono da sole e senza conseguenze.

Se allatti, attaccare il bambino al seno può essere una soluzione efficace, come pure farlo dondolare nella culla o nel passeggino, o fargli un massaggio in senso orario attorno all'ombelico. Non aiuta invece la stimolazione rettale mirata a favorire la fuoriuscita di gas – comunque destinata ad avvenire spontaneamente – mentre anche in questo caso puoi consultare il tuo Pediatra nel caso in cui le coliche fossero molto frequenti e disturbanti: questo è fondamentale nel caso ci sia bisogno di somministrare qualsiasi preparato, sia esso naturale o farmacologico.

La diarrea nel bambino La diarrea è caratterizzata dall'emissione frequente di feci "poco formate"... LEGGI TUTTO LEGGI TUTTO
Reflusso o rigurgito Sono molti i lattanti che vanno incontro a rigurgito e reflusso; l'elemento che fa la differenza... LEGGI TUTTO LEGGI TUTTO
Registrati e guarda i video correlati: Guarda i video correlati: guarda tutti i video
Vuoi ricevere al 6° mese del tuo bambino il kit gratuito per lo svezzamento direttamente a casa tua?
registrati subito
Questo sito utilizza unicamente cookie "tecnici". Per informazioni dettagliate sulle tecnologie impiegate, si prega di prendere visione dell'informativa qui
Accedi
Oppure inserisci i tuoi dati
Resta connesso