My Mellin Blog

Scopri il blog
Parto e riparto

Careline servizio
Consumatori

800 73 73 40

Privacy Servizio Consumatori

Papà e pappa

Gli articoli per il tuo compagno

Tranquillo, non devi essere uno chef esperto per preparare un buon pasto per il tuo bambino! Mano ai fornelli, un po' di esperienza e col tempo diventerai un bravissimo cuoco di pappe eccelse. Ai bambini piacciono cibi semplici, gustosi e leggeri.

Ti basterà imparare quali sono i cibi più indicati per una corretta alimentazione nelle diverse fasi di vita del tuo bimbo, per poi iniziare subito a cimentarti con tante ricette facili e a prova di ogni sua smorfia. E se il piccolo ti restituisce immediatamente quel che gli proponi in modo non proprio edificante non scoraggiarti, sbagliando si impara: quando finalmente riuscirai a preparare la pappa perfetta, vedrai che soddisfazione! 
Se invece non te la senti di intraprendere l'impresa, puoi limitarti ad aiutarlo a mangiare. È un'occasione per stare insieme al tuo bambino, per relazionarti con lui e dargli una mano a prendere confidenza con nuovi sapori e nuove consistenze.

Quella mezz'ora di pappa, sorrisi e parole può diventare una ritualità importante ed esclusiva nel rapporto con tuo figlio, e il tuo impegno sarà sicuramente apprezzato anche dalla tua compagna. Quando finisce di mangiare puoi intrattenerlo con un libro o il giochino che preferisce, per poi lasciarlo sul seggiolone vicino a te e alla sua mamma quando sarete voi a sedervi a tavola.

Creare piccoli momenti di intimità e di unione familiare è importante per trasformare queste piccole esperienze in parti fondamentali di questo lungo viaggio, capace di lasciare in tutti voi dei meravigliosi e impagabili ricordi.

Dopo quasi un anno di duro lavoro, anche per i nostri campi è il momento di riposare un po’… con una piccola eccezione!

A dicembre solo uno specifico tipo di coltivazione è ancora attivo e – anzi – aspetta questo mese per il raccolto: si tratta degli agrumi. Le arance e i mandarini dei nostri campi spagnoli e siciliani sono le uniche protagoniste di questo mese!
Nel frattempo tutto il resto delle coltivazioni viene preparato per affrontare al meglio il periodo invernale. A causa delle basse temperature e della poca luce del sole, i campi non lavorano al 100%, ed è per questo che i nostri coltivatori adottano tre diversi metodi per far trascorrere l’inverno ai nostri campi nel miglior modo possibile.
Vediamo come:

 

Colture invernali
Vengono piantate in autunno (per esempio grano e colza), ma durante il periodo invernale subiscono una battuta d’arresto nella crescita, rimanendo “ferme” a una dimensione di circa 5 cm. Solo in primavera ricominceranno a crescere.

Colture “intermedie”
La semina avviene appena dopo l’ultimo raccolto e le piante crescono molto in fretta prima che inizi l’inverno. Queste – come per esempio la segale e i legumi – non sono destinate a essere raccolte, ma vengono ricoperte di terra per prevenire l’erosione del suolo e aumentarne la vitalità in vista della prossima semina.

 

Suolo incolto
Se l’ultimo raccolto avviene molto tardi, come succede per esempio con ilmais, il coltivatore non ha altra scelta che lasciare il terreno incolto. Un vantaggio di questo metodo è che il gelo può aiutare a migliorare la qualità della superficie del campo.

 

Condividi su:
www.mellin.it
Sport insieme

Sai cosa serve al tuo bambino per svilupparsi sano e in salute? Luce, aria e sole! Incoraggiandolo a iniziare a esplorare il mondo, lo aiuterai a stimolare anche la sua curiosità e la sua socialità…

LEGGI TUTTO
LEGGI TUTTO
In congedo anche il papà L'Italia sta diventando sempre più un paese a portata di papà... LEGGI TUTTO LEGGI TUTTO
Registrati e guarda i video correlati: Guarda i video correlati: guarda tutti i video
Vuoi ricevere al 6° mese del tuo bambino il kit gratuito per lo svezzamento direttamente a casa tua?
registrati subito
Accedi
Oppure inserisci i tuoi dati
Resta connesso