My Mellin Blog

Scopri il blog
Parto e riparto

Careline servizio
Consumatori

800 73 73 40

Privacy Servizio Consumatori

Secondo trimestre di gravidanza Secondo trimestre di gravidanza

Secondo Trimestre

Dal 4° al 6° mese di gravidanza

ALIMENTAZIONE

Dopo tutti i problemi che normalmente si hanno a inizio gravidanza, questo periodo ti sembrerà una passeggiata! In questa fase infatti spesso il senso di nausea si attenua, si recuperano le forze e torna l'appetito: talmente tanto che a volte potresti avere la tentazione di esagerare, ma tieni presente che un eccessivo aumento di peso sarà difficile da smaltire in seguito. Mangiare bene invece attenuerà la tua fame, fornirà i nutrienti adeguati a te e al tuo bambino e ti aiuterà a tenere il peso sotto controllo. 
E se proprio non riesci a rinunciare ai biscotti, cerca di consumarne un paio solo dopo aver mangiato un frutto: questo stratagemma ti consentirà di ingerire vitamine senza frustrare la gola. In questi mesi il tuo bimbo ha bisogno di molti nutrienti, in particolare di iodio, vitamina D e acidi grassi essenziali, indispensabili per lo sviluppo di occhi e cervello. Anche il calcio è importante per la trasmissione nervosa, la contrazione muscolare e la salute di denti e ossa. Puoi trovare tutti questi elementi nel pesce, così come in uova, latte, burro e latticini. Ricorda anche di assumere fibre solubili e insolubili, essenziali per la salute dell'apparato digerente e la prevenzione della stipsi: le prime si trovano nelle mele, nei legumi, nell'avena, nelle pere, nel pane di segale, le seconde nei fagioli, nella frutta, negli ortaggi a foglia verde, nelle lenticchie e nei cereali integrali.

ATTIVITÀ

Se la tua gravidanza procede senza problemi, un po' di attività fisica ti aiuterà a mantenerti in salute e di buon umore. Puoi provare tanti sport diversi come nuoto, cyclette, tai-chi, yoga, pilates e aerobica prenatale, tutte attività indicate anche durante la gravidanza. Se sei già un po' allenata grazie alle attività aerobiche fatte nei mesi precedenti, puoi provare a prolungare leggermente le tue sedute, evitando comunque sforzi intensi o movimenti particolari come salti e molleggiamenti. Quando esegui esercizi da seduta o sdraiata e devi alzarti, fallo con cautela, e mantieni in ogni occasione una postura corretta. Non solo nello sport, ma anche nella vita di tutti i giorni, ci sono piccoli accorgimenti che puoi adottare per non sforzare troppo la tua schiena e i tuoi muscoli, già provati dal piccolo fardello che porti dentro di te. Ad esempio, non sollevare o trasportare oggetti troppo pesanti, e se trasporti le borse della spesa, distribuisci bene il peso aiutandoti anche con uno zainetto che puoi portare su entrambe le spalle. Anche quando sollevi un peso da terra meglio non tenere la schiena in tensione, ma chinati sulle gambe e fai forza su di esse mantenendo la schiena eretta.

CONTROLLI

In questo periodo è normale sentirsi meglio rispetto all'inizio della gravidanza, e potresti avere la tentazione di saltare qualcuno dei tanti controlli che ti avranno sicuramente fissato. Cerca di non farlo, perché i controlli regolari sono indispensabili per tenere d'occhio in ogni momento tutte le evoluzioni del tuo bambino e quelle che riguardano il tuo corpo. Al quinto mese dovrai sottoporti all'esame del sangue (emocromo completo) per assicurarti di non avere problemi di anemia. Tra la 19ª e la 23ª settimana, il ginecologo effettuerà un'ecografia morfologica per valutare l'anatomia e l'accrescimento del feto, ascoltando anche la frequenza cardiaca fetale, e finalmente, arriverà l'ora di un altro grande, emozionante momento: se vorrete, l'ecografia vi potrà svelare il sesso del vostro bambino. In base alle tue necessità, potrai poi fissare altri controlli insieme al tuo ginecologo.

PICCOLI DISTURBI

Può succedere che, man mano che i muscoli intestinali si rilassano, ti capiti di avere qualche disagio al sistema digerente: bruciori di stomaco, stipsi e il bisogno di urinare più spesso. Puoi alleviare questi sintomi assumendo fibre, bevendo molti liquidi e, contro i bruciori, bevendo latte o sgranocchiando un biscotto secco. In gravidanza tenderai a trattenere più liquidi, e potresti vedere le dita delle tue mani, i tuoi piedi e le tue caviglie più gonfie del solito, specie se sei stata a lungo in piedi o se sei accaldata. 
Per ridurre questi piccoli fastidi, indossa scarpe con tacco basso e idrata i piedi e le caviglie con crema o olio, massaggiando le parti più gonfie e indolenzite mattina e sera.

Dopo quasi un anno di duro lavoro, anche per i nostri campi è il momento di riposare un po’… con una piccola eccezione!

A dicembre solo uno specifico tipo di coltivazione è ancora attivo e – anzi – aspetta questo mese per il raccolto: si tratta degli agrumi. Le arance e i mandarini dei nostri campi spagnoli e siciliani sono le uniche protagoniste di questo mese!
Nel frattempo tutto il resto delle coltivazioni viene preparato per affrontare al meglio il periodo invernale. A causa delle basse temperature e della poca luce del sole, i campi non lavorano al 100%, ed è per questo che i nostri coltivatori adottano tre diversi metodi per far trascorrere l’inverno ai nostri campi nel miglior modo possibile.
Vediamo come:

 

Colture invernali
Vengono piantate in autunno (per esempio grano e colza), ma durante il periodo invernale subiscono una battuta d’arresto nella crescita, rimanendo “ferme” a una dimensione di circa 5 cm. Solo in primavera ricominceranno a crescere.

Colture “intermedie”
La semina avviene appena dopo l’ultimo raccolto e le piante crescono molto in fretta prima che inizi l’inverno. Queste – come per esempio la segale e i legumi – non sono destinate a essere raccolte, ma vengono ricoperte di terra per prevenire l’erosione del suolo e aumentarne la vitalità in vista della prossima semina.

 

Suolo incolto
Se l’ultimo raccolto avviene molto tardi, come succede per esempio con ilmais, il coltivatore non ha altra scelta che lasciare il terreno incolto. Un vantaggio di questo metodo è che il gelo può aiutare a migliorare la qualità della superficie del campo.

 

Condividi su:
www.mellin.it
Terzo trimestre Durante queste settimane la testa del tuo bambino comincerà a discendere nelle pelvi... LEGGI TUTTO LEGGI TUTTO

Primo Trimestre

Le prime 12 settimane sono le più importanti per lo sviluppo del tuo bambino: il cuore, gli arti, la base della struttura cerebrale si formano proprio in questo periodo: per questo è molto importante che tu... LEGGI TUTTO LEGGI TUTTO
Registrati e guarda i video correlati: Guarda i video correlati: guarda tutti i video
Accedi
Oppure inserisci i tuoi dati
Resta connesso